TopRightLogin

Giovedì, 07 Giugno 2012 07:26

RANKING: COSA SONO E COME CONSULTARLI

Rate this item
(2 votes)

a cura di Paolo Strino

Ogni anno alcune popolari riviste statunitensi pubblicano la classifica delle diverse Istituzioni accademiche, distinte per tipo di scuola (Business, Education, Law, Medicine etc.) e talvolta per tipo di programma erogato.

Le edizioni più attese, consultate dagli studenti americani con un'attenzione maniacale e talvolta devozione biblica, sono quella di U.S. News e di Princeton Review. La scelta delle scuole cui inviare la propria application non può naturalmente essere fondata esclusivamente su tali ranking. Tuttavia, considerata  la grandissima popolarità che queste classifiche rivestono tra gli addetti ai lavori (Studi Legali, recruiter, Università stesse) e la moderata attendibilità dei metodi di rilevamento dei dati in essi contenuti, essi costituiscono un sussidio imprescindibile nella stilatura della lista di Scuole cui far pervenire la propria candidatura.

I parametri tipicamente presi in considerazione dai redattori dei ranking sono quelli della reputazione della Scuola, della selettività, del rapporto numerico tra professori e studenti e, nel caso delle scuole di legge, quello della percentuale di superamento dell'esame di ammissione al Bar (l'ordine degli avvocati, di ciascun singolo Stato americano). Tra i contenuti accessori, è possibile reperire informazioni sulla retribuzione media dei neo-assunti (tipicamente dei J.D., non degli LL.M.).

Innegabilmente le migliori scuole, vengono ricomprese nelle prime 15-20 posizioni e le variazioni di classifica da un anno all'altro sono minime. Infatti, l'osservatore attento noterà che queste variazioni consistono in reciproche inversioni di posizione, che investono sempre le stesse scuole. Banalmente, è difficile che una scuola passi dal primo al quindicesimo posto. Molto più probabilmente un'università guadagnerà/perderà qualche posizione rispetto alle dirette concorrenti.

Oltre ai ranking "generalisti", vengono pubblicate alcune sottoclassifiche ordinate per area di specializzazione (Es. International Law, Corporate and Business Law, Environmental etc.). Questa parte può rivelarsi utilissima per coloro che intendano focalizzare il proprio studio su un'area specifica del diritto.

Talvolta alcune università, pur se localmente reputate di buona qualità, sono relegate al di sotto del trentesimo posto, ed in casi limite ad di fuori del cd. first tier. Queste ipotesi, dipendono dalla specifica metodologia statistica utilizzata nella preparazione del ranking e dal peso che si è scelto di dare alle diverse aree di rilevazione. Per queste ragioni occore prestare attenzione nella lettura e nell'intepretazione dei dati, integrando le informazioni ottenute dalla lettura del ranking, con quelle raccolte consultando fonti diverse (altre pubblicazioni, ex studenti LL.M., contatti personali).

Una notazione di rilievo riguarda il fatto che, per le Scuole di Legge, le classifiche di maggiore diffusione non riguardano  il programma LL.M., ma la qualita' complessiva della facoltà. Da un lato questo fattore ha meno peno di quanto non appaia a prima vista, considerando che gli studenti LL.M. frequentano gli stessi corsi (classes) dei J.D. Dall'altro però, ciò deve costituire un monito per la ricerca di ulteriori risorse che precisino la qualità del singolo programma LL.M. espresso dalla Scuola.

I ranking possono sembrare espressione della tendenza americana di organizzare  prodotti, servizi (e spesso persone) secondo indicatori statistici di prestazione, a volte impersonali ed ispirati dalla pura logica della concorrenza. In realtà, indipendentemente dai giudizi di valore sulla logica dello strumento ranking, la sua utilità è innegabile, in un contesto dove all'importanza della scuola, sottende la qualità della successiva carriera professionale e le relative implicazioni retributive.

Pertanto il consiglio è quello di consultare i ranking, ma di farlo con intelligenza e spirito critico, e cioe' senza pregiudizi verso certe scuole che, seppur non comprese nei primi posti, possono offrire programmi di particolare interesse.

Read 3390 times Last modified on Sabato, 14 Luglio 2012 17:15
Login to post comments