Frequently Asked Question

Mi consigli di fare il bar dopo l’LL.M.?

Domanda spinosa. Dal lato del prestigio, certamente sì. Se poi lo studente o professionista è interessato in carriere internazionali, il bar rappresenta certamente un punto in più. Ciò premesso, potrebbe non essere la scelta migliore per tutti, ed io per primo ho scelto di non percorrere quella strada. Al di là dell’esito incerto (circa il 35% dei candidati stranieri tende a passare il bar di New York, uno fra i più rinomati per studenti internazionali), e dell’investimento economico (che si aggira tra i 5 e i 10.000 euro) è necessario tenere in considerazione che l’ammontare di studio/lavoro è notevole (16 materie più l’MPRE e le 50 ore di pratica pro bono) e si è vincolati pesantemente nella scelta dei corsi universitari. Oltre ciò, continuare a studiare dopo un anno intenso come quello dell’LL.M., senza prendere di fatto alcuna pausa, ha un peso fisico e psicologico notevole sul candidato.