Frequently Asked Question

A quante scuole e' opportuno presentare la propria candidatura?

In media gli statunitensi presentano dalle 15 alle 30 domande (in casi limite). Lo fanno immediatamente dopo il College (cd. undergraduate level). 

Non esistono pero' regole in merito. Gli stranieri interessati ad un LL.M. ne presentano circa 5-7. Dipende pero’ dall’anticipo con cui si comincia. Siccome le application per le migliori scuole scadono a novembre, bisogna muoversi circa 2 mesi in anticipo rispetto a questa data. Il voto del TOEFL invece deve gia’ essere pronto e deve superare, per le universita’ migliori, 260 computer based. Inutile dire che il TOEFL e’ il tipico esame standardizzato americano. E' opportuno prepararsi per apprendere almeno  la tecnica di esami (multiple choice, reading comprehension) che risulta astrusa ai piu'.

Le tecniche sono in parte le stesse degli esami al college, dell’L-Sat (l’esame americano standardizzato di ammissione a tutte le law schools), del J.D. e di tutto il processo educativo americano. Non e’ sorprendente che questa dimestichezza aiuti gli statunitensi nei voti agli stessi esami.

Le application presentano spesso elementi a noi estranei quali il cd. class rank. E' consigliabile sul punto allegare un piccolo statement in cui si fa presente che da noi non esiste nessuna graduatoria o fornire una piccola spiegazione di come vengono valutati gli esami in Italia.

Con riferimento ai voti (importantissimi), essi vengono assegnati sulla base di una curva statistica di prestazione. Ogni Professore – sia nei corsi undergraduate (college), che in quelli graduate (Law School, molto meno nelle Business School, o Medical School, ecc...) ed in quelli postgraduate (Master of Laws) decide all’inizio dell’anno che percentale di 30 e lode dara’, ad esempio il 5% , quanti A- (ad esempio il 7%), quanti B+ (40%), B, B-, C e D of F (fail). Ed in base a questa curva, distribuisce i voti. Per fare un esempio, tra 4 persone che varrebbero 30 e lode, solo 3 avranno la lode, il quarto passera’ a trenta sulla base di differenze infinitesimali. Risultato: la votazione dello studente dipende non solo dalla preparazione fine a se stessa, ma anche dalla sua preparazione confrontata a qualla del resto della classe.